Massacratore e famiglia Pietra.

Il tour di NECROIDE, nuovo album dei BACHI DA PIETRA, ha preso il largo ad un mese dall’uscita. Il battesimo del fuoco è stato al Druso nei pressi di Bergamo, con più di trecento persone inchiodate in sala, tra l’estasi, lo sbalordimento e l’incredulità, come spesso accade al nostro tenero pubblico umano.

Siamo sorprendentemente sopravvissuti. Suonare NECROIDE dal vivo in due con una chitarra e un paio di pelli è una sfida esaltante che rischia ogni volta di uccederci. Non ce l’ha ordinata il medico, che anzi, vista l’età, consigliava riposo e pantofole.

Cambiando discorso, rido dentro considerando questo.

Un tempo, quando eravamo minuscoli insetti striscianti nel nostro cieco universo di suoni implosi (tanto cari a chi non c’era mai), quando gli umani in sala erano meno di trenta e i duri e puri stavano a casa a pettinarsi la bambola; oppure gli umani erano in molti ma per il gruppo dopo, costretti a sorbirsi noi come un castigo; ebbene, alcuni di quei pochi o tanti amavano sovrastare il nostro suono conversando liberamente tra loro, facendo casino ai nostri concerti.

Da quando il casino lo facciamo noi, agitando forsennatamente le stesse logore antenne, con nostra immensa gioia i presenti sono più che decuplicati – e noi speriamo si moltiplichino accoppiandosi tra loro anche lì per lì. Ma incredibilmente se ne stanno muti e intimiditi a farsi sfondare di suoni, da noi che a ben guardare siamo gli stessi di prima. Dunque era una questione di volumi, di forza puramente fisica.

L’esperimento dimostra chiaramente qualcosa che a voi non sfuggirà di certo.

A me sfugge del tutto ma mi diverto molto. Molto di più a vedervi in trecento senza sentire le vostre voci che non all’opposto. Però se vi va di partecipare anche sonoramente, ragazzi, liberi tutti come sempre. Potete anche fare casino. Oppure portare il vostro punto interrogativo e starvene lì con lui… Noi saremo felici lo stesso.

Il consiglio è di uscire di casa e venire al concerto: l’incombenza burocratica del decesso (…la raccomanda con l’ora della nostra morte annunciata) potrebbe essere già in viaggio verso il nostro indirizzo.

Dunque vi aspetto, vi aspettiamo, numerosissimi, dal vivo.
Saremo una famiglia e sarà un massacro.

Annunci

Se vuoi lasciare un commento.

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...